loading


Bauma 2019: connessioni uomo-macchina

Bauma 2019: connessioni uomo-macchina

Dall’8 al 14 aprile la città di Monaco di Baviera si è tinta di innovazione. Parliamo di Bauma, cuore pulsante dell’industria e più grande fiera del settore con più di 3.700 espositori. Tantissimi gli stand italiani di questa edizione (558), secondi solo alla Germania (1310), vantando anche un grande distacco rispetto agli altri Paesi europei. Numeri interessanti, che denotano quanto l’Italia sia attiva e presente nel flusso di modernizzazione e digitalizzazione dell’industria.

Denominatore comune di Bauma 2019 è stata sicuramente la connessione sempre più stretta tra strumenti e tra uomo e macchina. Indispensabile inoltre uno sguardo mirato alla sicurezza e alla gestione, fondamentali per migliorare efficienza e produttività.

Parlando di collegamenti intelligenti, impossibile non aver notato Hatz Diesel con lo slogan “Strong. Advanced. Connected.” che ha riservato per Bauma due anteprime mondiali: la tecnologia E1 per il controllo del diesel monocilindrico e l’Hatz Connected Service, un networking di motori controllati digitalmente con piattaforme e app innovative basate sul cloud. I macchinari a diesel diventano intelligenti ed efficienti grazie all’IoT, così come le soluzioni presentate da Sick. Si tratta di smart sensor per veicoli speciali e comunali, macchinari agricoli e forestali per un’automazione outdoor sicura, che vede una sempre maggiore collaborazione tra uomo e macchina. Le connessioni sono possibili anche in aperta campagna grazie a processi automatizzati applicati alle macchine, le quali diventano a guida automatica nel campo della logistica.

Altri strumenti di connessione intelligente sono stati presentati da MTU: Go! Act avvisa, attraverso smartphone, della presenza di errori in sistemi connessi, permettendo di identificare ed eliminare il guasto, mentre Go! Manage è una piattaforma che connette il sistema del cliente con il database. Queste soluzioni sono volte a garantire una comunicazione efficiente tra i partner MTU, i distributori e il Centro Assistenza Clienti, con la sicurezza e la protezione dei dati come priorità fondamentali.

Sono state presentate innovazioni anche nella gestione delle flotte, oltre che delle macchine singole. Il servizio Pro Connect di Mercedes permette di collegare veicoli e persone in modo intelligente, incrementando l’efficienza e la produttività. I dati del veicolo sono sempre disponibili per agevolare la programmazione della flotta ed ottimizzare la pianificazione di eventuali interventi di manutenzione. Molto interessante anche la proposta di Amman, con il sistema telematico ServiceLink che consente alle aziende un controllo totale sui dati delle macchine singole e dell’intera flotta, applicabile anche a macchinari già esistenti. I proprietari dei veicoli possono così accedere a informazioni chiave, come lo stato della batteria e i dettagli sulla manutenzione, direttamente online o dall’app dedicata.

Per la manutenzione a distanza è singolare il Software WorksManager di Trimble, una potente applicazione basata sul cloud che consente agli appaltatori di gestire dati e risorse tecnologiche sui cantieri civili, aumentando l’efficienza e migliorando la produttività. Include la possibilità di inserire dati, come disegni 3D, in modalità wireless direttamente dal cantiere, mentre un pannello di controllo mostra ai manager una panoramica di dati e risorse in tempo reale. Questo software consente quindi una reale connessione tra mondo digitale e mondo fisico, permettendo la prevenzione di costosi errori.

Impossibile infine non menzionare Caterpillar, non tanto per il padiglione quasi interamente dedicato ai prodotti più innovativi del marchio, quanto per l’installazione ad opera della sua fondazione. La Caterpillar Foundation, con la piattaforma Together. Stronger., ha creato una rete di organizzazioni no-profit, governi e cittadini uniti nel combattere la povertà, inscenando in questa edizione di Bauma una Water Walk. Questa installazione consisteva nel far provare ai partecipanti come sia camminare con taniche piene d’acqua, riproducendo solo una frazione del cammino che intraprendono donne e bambini ogni giorno. Le taniche pesavano da 0 a 20 kg e ogni percorso finito rappresentava una donazione di 5 euro alla fondazione.

BAUMA 2019 ha portato con sé un importante flusso di innovazione nel mondo industriale, in cui la connessione e la collaborazione tra uomo e macchina sembrano essere chiavi di svolta nell’evoluzione del processo produttivo.

Dettagli News

Data

16-04-2019

Contattaci

Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy