effettua una ricerca

NEWS

L'advertising ora è digital

Continuano a crescere gli investimenti in digital advertising superando la spesa prevista per la pubblicità in TV. Lo ratifica la ricerca annuale di IAB (Interactive Advertising Bureau) condotta insieme al Politecnico di Milano.In Europa, il digital advertising vale 36.2 miliardi, mentre quello televisivo non supera i 33,3 miliardi di euro. La pubblicità in digitale è divisa in tre segmenti: il display, che registra un aumento del 17.4% sull’anno precedente, il search con +12.6% e il classifieds and directories riguardante piccoli annunci e sottocategorie.È il mobile il settore che registra un maggiore incremento e vede Irlanda e Gran Bretagna contendersi il primo posto con il 50% degli investimenti su campagne dedicate a device mobili. Questa propensione è dettata anche dal segno positivo registrato nell’utilizzo delle app per smartphone, un mercato sempre più interessante, grazie all’aumento di formati interattivi e le possibilità offerte dalle app native.Un altro settore ormai imprescindibile dal mercato del mobile sono i video online. Negli Stai Uniti la spesa per i video su mobile ha raggiunto l’80%. Qui abbiamo approfondito l’uso del digital advertising in formato video.I marketer stanno investendo sempre di più nel digital advertising. La spesa per la pubblicità digitale, entro la fine del 2016, raggiungerà il 31% degli investimenti in Europa, mentre negli Stati Uniti, entro il 2019 arriverà a raddoppiare. Il mobile è il settore che ha registrato il picco maggiore dimostrando, ancora una volta, quanto investire in app per smartphone e tablet sia la chiave per il successo.

Continuano a crescere gli investimenti in digital advertising superando la spesa prevista per la pubblicità in TV. Lo ratifica la ricerca annuale di IAB (Interactive Advertising Bureau) condotta insieme al Politecnico di Milano.

In Europa, il digital advertising vale 36.2 miliardi, mentre quello televisivo non supera i 33,3 miliardi di euro. La pubblicità in digitale è divisa in tre segmenti: il display, che registra un aumento del 17.4% sull’anno precedente, il search con +12.6% e il classifieds and directories riguardante piccoli annunci e sottocategorie.

È il mobile il settore che registra un maggiore incremento e vede Irlanda e Gran Bretagna contendersi il primo posto con il 50% degli investimenti su campagne dedicate a device mobili. Questa propensione è dettata anche dal segno positivo registrato nell’utilizzo delle app per smartphone, un mercato sempre più interessante, grazie all’aumento di formati interattivi e le possibilità offerte dalle app native.

Un altro settore ormai imprescindibile dal mercato del mobile sono i video online. Negli Stai Uniti la spesa per i video su mobile ha raggiunto l’80%. Qui abbiamo approfondito l’uso del digital advertising in formato video.

I marketer stanno investendo sempre di più nel digital advertising. La spesa per la pubblicità digitale, entro la fine del 2016, raggiungerà il 31% degli investimenti in Europa, mentre negli Stati Uniti, entro il 2019 arriverà a raddoppiare. Il mobile è il settore che ha registrato il picco maggiore dimostrando, ancora una volta, quanto investire in app per smartphone e tablet sia la chiave per il successo.

Ultime news

14/07/2021
Shopping online, ampia scelta o selezione curata

Quando si devono mettere in vendita i propri prodotti su un e-commerce, si deve sempre affrontare una domanda cruciale: i clienti vogliono una scelta illimitata di prodotti o preferiscono una selezione più curata?Avere una varietà di prodotti molto ampia, può generare il paradosso della scelta e lasciarli navigare all'infinito senza mai concretizzare un acquisto. Dall’altro lato, troviamo una selezione curata di prodotti che può guidare i clienti verso decisioni migliori, ma può anche lasciarli con la sensazione di non aver davvero preso parte al processo decisionale.in questa ricerca, si è cercato di rispondere a questa domanda, con l'obiettivo di dare ai clienti maggiore sicurezza e la fiducia necessaria per premere il pulsante Acquista.Con una corsia infinita di prodotti, è sempre meglio:Consenti ai consumatori di filtrare i prodotti in modo pertinenteMetti in evidenza i prodotti più richiesti nella vetrina del negozio virtualeAdatta il tuo approccio in funzione del valore del prodottoCon una selezione curata di prodotti, è sempre meglio:Non escludere i consumatori dal processo decisionaleFornisci consigli più utili sui prodottiIl modo migliore per soddisfare le esigenze dei consumatori varia a seconda della categoria, ma ecco cinque considerazioni chiave:Consenti ai consumatori di filtrare i prodotti in modo pertinenteMetti in evidenza i prodotti più richiesti nella vetrina del negozio virtualeAdatta il tuo approccio in funzione del valore del prodottoNon escludere i consumatori dal processo decisionaleFornisci consigli più utili sui prodotti