effettua una ricerca

NEWS

T-Index dati importanti per il ROI

L'Inglese è la lingua con il più alto potere d'acquisto sul Web. Lo rivela il T-Index, un indice statistico sviluppato da Translated che mette in relazione la popolazione della Rete ed il PIL pro capite, ottenendo così un valore indicativo delle potenziali opportunità di mercato.La lingua Inglese, (T-Index del 34,8%) copre più di 460 milioni di utenti internet in tutto il mondo con un PIL medio pro-capite di 40.221 dollari. In forte ascesa il Cinese Semplificato, che con un indice dell'11,3% si posta in seconda posizione a rappresentanza di oltre 420 milioni di utenti, con un PIL pro capite di 14,588 dollari.La classifica vede in terza posizione il Giapponese (T-Index pari al 7%), seguito dallo Spagnolo (6.8%), il Tedesco (5.8%) ed il Francese (3.5%). L'Italiano esce dalla "Top Ten" scalzata dal coreano e si piazza in undicesima posizione con un indice del 2,4% a rappresentanza di circa 30 milioni di utenti Internet con un PIL pro capite di 43,423 dollari.Tradurre un sito Web in inglese, cinese semplificato e giapponese permette quindi di raggiungere il 50% del potere d'acquisto online a livello mondiale, mentre con le prime dieci lingue si raggiunge l'82% dell'audience Internet di tutto il mondo. Il T-Index rappresenta così uno strumento prezioso per la gestione del marketing in quanto permette di stabilire con maggiore facilità e precisione quali lingue utilizzare nella realizzazione di un sito Web, al fine di ottenere il maggior ritorno di investimento (ROI).

L'Inglese è la lingua con il più alto potere d'acquisto sul Web. Lo rivela il T-Index, un indice statistico sviluppato da Translated che mette in relazione la popolazione della Rete ed il PIL pro capite, ottenendo così un valore indicativo delle potenziali opportunità di mercato.La lingua Inglese, (T-Index del 34,8%) copre più di 460 milioni di utenti internet in tutto il mondo con un PIL medio pro-capite di 40.221 dollari. In forte ascesa il Cinese Semplificato, che con un indice dell'11,3% si posta in seconda posizione a rappresentanza di oltre 420 milioni di utenti, con un PIL pro capite di 14,588 dollari.La classifica vede in terza posizione il Giapponese (T-Index pari al 7%), seguito dallo Spagnolo (6.8%), il Tedesco (5.8%) ed il Francese (3.5%). L'Italiano esce dalla "Top Ten" scalzata dal coreano e si piazza in undicesima posizione con un indice del 2,4% a rappresentanza di circa 30 milioni di utenti Internet con un PIL pro capite di 43,423 dollari.Tradurre un sito Web in inglese, cinese semplificato e giapponese permette quindi di raggiungere il 50% del potere d'acquisto online a livello mondiale, mentre con le prime dieci lingue si raggiunge l'82% dell'audience Internet di tutto il mondo. Il T-Index rappresenta così uno strumento prezioso per la gestione del marketing in quanto permette di stabilire con maggiore facilità e precisione quali lingue utilizzare nella realizzazione di un sito Web, al fine di ottenere il maggior ritorno di investimento (ROI).

Ultime news

14/07/2021
Shopping online, ampia scelta o selezione curata

Quando si devono mettere in vendita i propri prodotti su un e-commerce, si deve sempre affrontare una domanda cruciale: i clienti vogliono una scelta illimitata di prodotti o preferiscono una selezione più curata?Avere una varietà di prodotti molto ampia, può generare il paradosso della scelta e lasciarli navigare all'infinito senza mai concretizzare un acquisto. Dall’altro lato, troviamo una selezione curata di prodotti che può guidare i clienti verso decisioni migliori, ma può anche lasciarli con la sensazione di non aver davvero preso parte al processo decisionale.in questa ricerca, si è cercato di rispondere a questa domanda, con l'obiettivo di dare ai clienti maggiore sicurezza e la fiducia necessaria per premere il pulsante Acquista.Con una corsia infinita di prodotti, è sempre meglio:Consenti ai consumatori di filtrare i prodotti in modo pertinenteMetti in evidenza i prodotti più richiesti nella vetrina del negozio virtualeAdatta il tuo approccio in funzione del valore del prodottoCon una selezione curata di prodotti, è sempre meglio:Non escludere i consumatori dal processo decisionaleFornisci consigli più utili sui prodottiIl modo migliore per soddisfare le esigenze dei consumatori varia a seconda della categoria, ma ecco cinque considerazioni chiave:Consenti ai consumatori di filtrare i prodotti in modo pertinenteMetti in evidenza i prodotti più richiesti nella vetrina del negozio virtualeAdatta il tuo approccio in funzione del valore del prodottoNon escludere i consumatori dal processo decisionaleFornisci consigli più utili sui prodotti